Settore in cifre

Nel 2020 l’industria italiana dei Componenti elettronici ha registrato un calo del fatturato totale pari all’8,0 per cento a valori correnti. Questo andamento si inserisce in un contesto reso molto critico dalla diffusione dell’epidemia Covid e segue un 2019 che, dopo un biennio di forte sviluppo, aveva già espresso sofferenze. La crisi ha colto il comparto in una fase di rallentamento, legata al ciclo degli investimenti industriali a livello globale e alle specifiche difficoltà espresse da un importante settore a valle come l’Automotive.

In uno scenario caratterizzato da uno shock sia dal lato della domanda sia dal lato dell’offerta, il mercato interno ha mostrato una diffusa debolezza. L’incertezza e il trasversale blocco delle attività nella fase di lockdown hanno profondamente depresso la domanda attivata dal settore manifatturiero. Nella prima metà del 2020 gli investimenti in Macchinari e Mezzi di Trasporto hanno visto nel territorio nazionale un calo a due cifre, con una attenuazione del ritmo di caduta solo nell’ultima parte dell’anno.

Anche la domanda estera ha visto una battuta d’arresto (-6,3 per cento). Le esportazioni vero l’area europea hanno visto un’ampia contrazione, mentre nei mercati extra UE sono emerse tendenze diversificate, con una maggiore tenuta della domanda proveniente dal Nord America. Queste dinamiche sono in linea con le più recenti analisi pubblicate da WSTS (World Semiconductor Trade Statistics) che indicano nel 2020 per il mercato mondiale dei Semiconduttori un andamento a più velocità, in cui alla crescita delle aree americana e, in misura più contenuta, asiatica si affianca la profonda caduta delle vendite in ambito europeo.

Le previsioni sull’evoluzione del comparto nel 2021 si inquadrano in un contesto che resta denso di incognite, pur in un percorso di rafforzamento dei segnali di ripresa. Un miglioramento del profilo congiunturale è atteso nelle principali economie mondiali, rilevandosi a inizio anno un primo riavvio anche degli investimenti manifatturieri.

Con riferimento alla Componentistica elettronica, i fenomeni di shortage emersi nel periodo più recente sono principalmente imputabili alla capacità produttiva che non riesce a soddisfare gli elevati livelli di domanda (domanda effettiva e processo di ricostituzione delle scorte).